Published On: 19/10/2022Categorie: Approfondimenti, News

Se non ci avete ancora pensato, è decisamente giunto il momento di riflettere al programma di cura dei vostri donatori per la stagione natalizia che sta alle porte. Come? 

Innanzitutto, fissate un obiettivo generale per la vostra campagna di comunicazione. Desiderate fidelizzare e coinvolgere i vostri sostenitori? Puntate invece sulla raccolta fondi?  L’obiettivo rappresenterà la vostra stella polare e sarà determinante nella definizione dei contenuti. Non scordate inoltre, di definire gli indicatori appropriati per misurare il successo ottenuto. 

Uno dei fattori di successo della comunicazione è riuscire a proporre contenuti che riflettano i bisogni e i desideri dei nostri interlocutori. Secondo la recente edizione del barometro svizzero delle donazioni pubblicato da Swissfundraising*, nel nostro Paese si dona a un’organizzazione non profit perché si è convinti dell’importanza della sfida da essa affrontata e del suo impegno e più di 2/3 degli intervistati desidera avere un impatto concreto ed essere agente del cambiamento. È quindi importante coltivare la relazione spiegando in modo chiaro e convincente quello che fate illustrando gli esiti raggiunti grazie alle donazioni ricevute. Offrite ai donatori contenuti interessanti ed entusiasmanti senza però soffermarvi alla descrizione del problema e delle soluzioni proposte. Mettete il donatore al centro lodando il suo ruolo e non scordatevi di chiedergli di passare concretamente all’azione.  

Pianificate una comunicazione consistente che possa contribuire al mantenimento della relazione ed alla fidelizzazione. Le statistiche attuali ci allertano sul tema: un quarto dei donatori sostiene organizzazioni sempre diverse. Augurare buon Natale, ringraziare per il sostegno, chiedere una nuova donazione per l’occasione e non farsi sentire tutto il resto dell’anno non rappresenta dunque una strategia promettente. Siate costanti, coerenti e autentici!

Ma quali sono invece le abitudini e i temi di tendenza fra i donatori in Svizzera? Il barometro svizzero delle donazioni indica che nel 2021 il 68% dei ticinesi ha fatto una donazione, rispetto a una media Svizzera dell’80%. In Ticino i temi più popolari sono la prevenzione della salute e ricerca sulle malattie (70% degli intervistati in Ticino), la disabilità (58%) e gli aiuti sociali e di emergenza (54%). La salute e la ricerca sulle malattie figura, tra l’altro, fra i temi preferiti degli over 55 a livello svizzero (53%). 

La media svizzera preferisce invece i seguenti: protezione della natura e dell’ambiente, disabilità e sostegno a bambini e giovani. La protezione della natura e dell’ambiente rappresenta anche il tema preferito dal gruppo target delle fasce più giovani (50% degli under 24 e 61% degli intervistati nella fascia 35-44). 

Se non avete una strategia avviata per la vostra campagna natalizia, allora valutate di concentrarvi sui donatori ricorrenti e sui sostenitori affezionati. Pianificate una comunicazione appropriata e adeguata al canale che utilizzate e considerate l’uso di diversi canali. Offrite la possibilità di donare tramite carta di credito e TWINT perché le ultime statistiche confermano la tendenza positiva delle donazioni digitali.  

State valutando di investire nelle competenze di ricerca fondi? Cenpro organizza un corso modulare di fundraising nel primo trimestre del 2023. Contattateci a info@cenpro.ch per ricevere maggiori informazioni o per rimanere informati.  

*il barometro delle donazioni è accessibile ai soci di dell’associazione Swissfundraising 

 

 

NEWS RECENTI

Inflazione: come affrontarla?

30/05/2022|

Nei tempi recenti si parla molto di inflazione. Come sono toccate le fondazioni erogative? Quali i meccanismi e le riflessioni da fare per trovare le strategie adeguate per operare in un mutato regime economico?   [...]